Slider

Menu

martedì 5 novembre 2013

Operazione antidroga dei Carabinieri di Cosenza, 13 arresti

Cosenza - Rintracciati i canali di provenienza della droga e neutralizzata una fitta rete di spacciatori operanti nel capoluogo e nel comprensorio dell'alto ionio cosentino.
 Cosenza, 30 ott.  - I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza hanno arrestato 13 persone in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro a convalida dei fermi di indiziato di delitto disposti dalla Direzione distrettuale antimafia ed eseguiti il 9 ottobre scorso.
Gli arrestati sono tutti ritenuti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti con le aggravanti del numero degli associati superiore a dieci, che la consorteria annovera persone dedite all'uso di sostanze stupefacenti, che lo stupefacente viene adulterato con altre sostanze, in modo che ne risulti accentuata la potenzialità lesiva, nonché che viene trasportato, ricevuto e ceduto in ingenti quantitativi.
I provvedimenti, emessi sulla scorta delle indagini coordinate dal procuratore Vincenzo Antonio Lombardo, dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli e dal sostituto procuratore Vincenzo Luberto e condotte dal Reparto operativo insieme alla Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro Scalo, riguardano attività avviate nel dicembre 2011 che hanno già consentito di trarre in arresto 12 persone e sequestrare circa 16 chili di sostanze stupefacenti, sei pistole e due fucili nonché segnalare quali assuntori di sostanze stupefacenti oltre cinquanta persone. Sono stati rintracciati i canali di provenienza della droga e neutralizzata una fitta rete di spacciatori operanti nel capoluogo e nel comprensorio dell'alto ionio cosentino. Le indagini hanno avuto punti di collegamento con una analoga concomitante attività coordinata dalla Procura distrettuale di Catanzaro e condotta dalla Questura di Cosenza che ha dato esecuzione ad altri tre provvedimenti nei confronti di elementi coinvolti nel medesimo traffico di stupefacenti. (Adnkronos)