Slider

Menu

giovedì 13 febbraio 2014

BAGNARA I ''Garibaldini''Volontari del Capitano Ultimo a Siracusa per un corso ''ricerca di persone''

Il gruppo ''Guardie Ambientali - Garibaldini d'Italia'' di Bagnara Calabra, la settimana scorsa, ha acquisito, presso Siracusa il brevetto di abilitazione e aggiornamento cinofilo per la ''ricerca di persone'' in seguito alla partecipazione ad un apposito corso: un ulteriore traguardo che sta per essere raggiunto da un'associazione che, istituita da pochi mesi, si candida sempre più a diventare uno dei principali punti di riferimento per la sicurezza dei cittadini. Poco prima della sua partenza verso il capoluogo di provincia siciliano, il segretario nazionale del “Movimento delle Associazioni Operatori per la Sicurezza” (Maoxseddd Onlus), nonché responsabile regionale dei Garibaldini, Antonello Imbesi, ha voluto porre in evidenza il fondamentale ruolo del dipartimento bagnarese per il territorio comunale: «I Garibaldini – ha dichiarato – rappresentano l’unica realtà aggregativa di ausiliari della Protezione civile presente nella Costa Viola, la loro presenza è di rilevante importanza: sono stati loro, infatti, a segnalare alle autorità competenti, la scorsa settimana, il maxi incendio che ha interessato i mezzi di un’impresa in località Vermeni. L’unità si occupa – continua Imbesi – essenzialmente di salvaguardia ambientale ed è regolarmente iscritta all’albo regionale della Protezione Civile. La partecipazione a questo importante corso a Siracusa permetterà l’acquisizione del brevetto cinofilo per la ricerca di persone». Questo, però, non è l’unico corso a cui partecipano i componenti: in questo periodo, infatti, i garibaldini bagnaresi stanno assistendo, presso il policlinico di Reggio Calabria, alle lezioni del dott. Barbalace che avranno il principale scopo di rilasciare ai volontari l’abilitazione al primo soccorso pediatrico. A tal proposito, Imbesi chiarisce: «Questa idoneità è un importante traguardo da raggiungere e ne beneficerà la nostra città poiché, nel caso verrebbe istituito il 118, potremo da subito coadiuvare i medici nel soccorso pediatrico». Un altro importante momento per l’associazione della cittadina del basso Tirreno, infatti, è stato rappresentato dal servizio di sicurezza prestato durante la visita del Santo Padre, Bendetto XVI, a Lamezia Terme e Serra San Bruno, lo scorso 9 ottobre: un’occasione memorabile che ha riempito di orgoglio i volontari. Imbesi, inoltre, ha voluto esprimere gratitudine all’amministrazione comunale guidata da Cesare Zappia, la quale – come lui stesso ricorda – è stata palesemente appoggiata, nel corso della campagna elettorale, attraverso la sua candidatura nella lista “Il Popolo della Libertà”: «Il sindaco – dichiara – sta procedendo, come stabilito dal suo programma, ad istituire in città il Centro COM, Centro Operativo Misto, affidandone a noi la gestione, in quanto siamo gli unici abilitati in zona. Non posso che ringraziare il primo cittadino per il suo impegno nei confronti di questo nuovo servizio di sicurezza che, a mio avviso, è fondamentale in una terra così fragile e delicata come la nostra».

Francesco Iermito