Slider

Menu

giovedì 13 febbraio 2014

BAGNARA Imbesi (Movimento Operatori per la Sicurezza) ''Protezione Civile attiva ed operativa''

Il segretario Generale del Movimento Associazioni Operatori per la Sicurezza & D.D.D., nonche' Responsabile del Dipartimento dei Volontari della Protezione Civile e Guardie Ambientali ''GARIBALDINI'' dichiara: Egregio consigliere Rottura, ho letto molto attentamente il suo articolo ''La politica non e' per tutti…..!Pur non entrando nel merito del suo intervento politico dell'articolo in questione, mi corre l'obbligo di intervenire su uno dei punti da lei citato nell'articolo che qui di seguito ripropongo. 4) Protezione civile: Al momento a parte gli adempimenti burocratici, istituzione sede COM, COC, Piano di Protezione Civile, ecc., non si è fatto nulla per mettere in pratica tutto ciò che sarebbe necessario in caso di calamità (valutazione dei rischi, monitoraggio, piano di interventi, informazione ai cittadini sui punti di raccolta, su come muoversi, su cosa fare, ecc.). I torrenti ed i versanti del nostro territorio, con l’arrivo delle prime piogge saranno una bomba pronta ad esplodere, ma nessuno si degna di occuparsi del problema. In merito mi sento chiamato in causa non tanto nella mia persona quale responsabile dei volontari della Protezione Civile, ma perché questa sua dichiarazione in parte non fa altro che occultare quanto il Gruppo di volontari di Bagnara ha fatto da oltre un anno dalla sua costituzione. Vorrei rammentare che questi giovani ragazzi e ragazze in questo lungo periodo si sono impegnati in diversi servizi di assistenza alla popolazione, iniziando proprio dopo alcuni giorni dalla loro nascita con l’emergenza idrica, tenendoli impegnati per oltre due mesi tutti i giorni a fornire acqua agli abitanti della frazione di Pomarelli , mentre altri giovani della loro età si godevano tranquillamente il periodo estivo. Unitamente ai volontari dei vigili del fuoco sono stati impegnati nell’emergenza incendi. Per circa un mese nel novembre del 2011, 24 ore su 24 sono stati impegnati nella frana della Statale 18. Sono Intervenuti a ripristinare la via melarosa nel quartiere marinella dal fango causato dalla frana. Altro intervento nella rimozione e nella pulizia della sabbia trasportata dalla mareggiata all’inizio di quest’anno ripristinando piazza lido e la via Turati . In auto attivazione, sono stati impiegati per controllare i torrenti e i fiumi del territorio, notiziando le autorità competenti sul loro stato. Sono state fatte segnalazioni foto documentate alle autorità competenti in merito alla discarica di materiale proveniente dalla costruenda autostrada, sita nella frazione di Solano. Sono intervenuti nella frana della strada provinciale per solano all’altezza del viadotto Sfalassà, garantendo il transito giorno e notte . Tutto questo egregio consigliere Rottura, senza ricevere nemmeno un’euro di contributo da nessuno , e mettendo le mani nelle proprie tasche autofinanziandosi proprio per l’alto senso del dovere che c’è in ogni uno di essi. I nostri volontari sono stati attivati dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria in diversi servizi fuori dal comune di Bagnara, proprio per l’alta professionalità dei nostri ragazzi, partecipando in supporto alla troup cinematografica che in questi giorni sta girando un film proprio nella nostra Provincia, all’assistenza alla popolazione nel concerto di Biagio Antonacci ecce cc. Con grande orgoglio le aggiungo che proprio il nostro gruppo , a dimostrazione della serietà e professionalità è stato scelto per rappresentare la Protezione Civile in schieramento insieme alle Forse dell’ordine e alle Forze Armate , nella sfilata del 4 Novembre scorso a Reggio Calabria. Ancora oggi caro consigliere, vede impegnati i nostri volontari nell’emergenza Sisma nel Pollino. Il sottoscritto nei mesi scorsi ha organizzato un convegno nella sala del consiglio Comunale in merito alla Protezione Civile , in quella sede è stato rappresentato in un video quanto è stato l’impegno in un anno di attività, e gli impegni futuri dei nostri volontari, sono stati dati dei suggerimenti ai componenti di questa Amministrazione in merito ai punti di riunione in caso di calamità, e nella stessa occasione il vice sindaco ha promesso di metterli in atto in breve tempo. In un momento di crisi globale, bisogna elogiare chi si avvicina al mondo del volontariato, le amministrazioni soprattutto quelle locali hanno il compito di sostenere i volontari della Protezione civile perché è con la loro presenza nel territorio che si mette in atto quella macchina della prevenzione dove in alcuni casi può far risparmiare centinaia di milioni di euro e salvare molte vite. Non è vero che le catastrofi arrivano inaspettate, la natura ci avvisa sempre, siamo noi a non saper interpretare il suo messaggio d’avviso, q uando abbiamo piccoli smottamenti, o quando nei torrenti corre poca acqua dobbiamo allarmarci e avviare la macchina della prevenzione, solo cosi riusciamo a scongiurare il peggio. Sappiamo benissimo che se oggi interpelliamo il cittadino sulla conoscenza del piano d’emergenza di Protezione Civile o dei punti di raccolta e vie di fuga, nessuno saprà rispondere; … (vedi la scossa sismica dei mesi scorsi, la quale a portato nel panico i nostri cittadini ) Noi la parte nostra siamo preparati a farla, e ritengo che sia opportuno che quest’amministrazione molto attenta alla problematica, si attivi come già detto durante il convegno, iniziando ad apporre nelle maggiori piazze del paese, opportune segnaletiche che indicano le vie di fuga e i punti di riunione in caso di calamità, sarà sicuramente un’ottima iniziativa e un grande segno di responsabilità. Voglio concludere rammentando che, le nostre braccia e le nostre gambe saranno il motore di questa macchina operativa che è il volontariato, a voi amministratori, spetta il compito di darci i mezzi per renderla efficiente, ma non mi venga a dire che nessuno si è occupato del problema, noi abbiamo dimostrato di essercene occupati egregiamente.