Slider

Menu

venerdì 21 marzo 2014

BAGNARA Il sindaco Cesare Zappia al gruppo di genitori di Pellegrina: ''sul sociale basta strumentalizzazioni, vergognatevi''

Egr. Direttore,

mi corre l'obbligo dopo le ultime esternazioni di alcuni genitori di Pellegrina, esprimere il mio pensiero di sdegno.

Dopo i fiumi denigratori verso la mia persona, la mia  Amministrazione e verso le persone seriamente impegnate nel sociale, con grande sdegno sento il dovere di intervenire per dire basta. Il mio basta non vuole essere una tirannia verso le opinioni altrui, perche' siamo in democrazia ed ognuno, nel rispetto della dignita' altrui, puo' esprimere liberamente le sue convinzioni, ma e' un dire basta a quelle strumentalizzazioni, che non conoscendo limiti e remore, si servono di un settore delicato come quello del sociale, per infierire contro un operato condiviso. Dico questo perche' tutto ciò nasce dalla totale condivisione tra la nostra Amm.ne, l'Associazione Agess (unico ente no profit, nel territorio, che opera esclusivamente nel campo del sociale) e soprattutto con i genitori di tutti i ragazzi. Posso prendere atto di ogni tipo di critica mosse alla mia Amm.ne, ma nessuno, e ribadisco nessuno, può gratuitamente attaccare un settore, dove il nostro impegno  è massimo. Non tutto è compiuto e tanto ancora occorre fare, ma negare o peggio ancora, far finta di disconoscere i risultati fin qui ottenuti per mera campagna denigratoria è veramente disgustoso.  Usare come capi espiatori per dare sfogo alla propria rabbia o ai propri mal di pancia, con le persone che hanno fatto del sociale, una missione è ancora più intollerante. Non tollererò mai la viltà di quelle persone che nascondendosi dietro anonimie, mirano a colpire al cuore di questa Amm.ne, perché colpendo il sociale, colpiscono l’impegno più grande che stiamo mettendo in campo. Chiedo scusa da uomo, da padre di famiglia e da Sindaco, a quelle persone, che ogni giorno lavorano con abnegazione per migliorare la vita dei cittadini più deboli, mi sento di chiedere Loro scusa, per essersi trovati travolti e coinvolti nella bassezza degli attacchi  mossi contro la mia Amm.ne. Apprezzo quando  si chiede perché da quando la delega alle Politiche Sociali è stata assegnata al Vice-Sindaco Spoleti, non vi sono più rimostranze, la domanda sorge spontanea ma altrettanto chiara e semplice è la risposta che si dovrebbero dare, ma noto anche qui, che pur di colpire l’attuale Amm.ne, non riconoscendone i meriti, anche le risposte più ovvie e palesi, si tramutano in sospetti o maldicenze. Oggi, l’immaginario di pochi, ha creato la tendenza a distorcere la realtà e far passare che chi lavora per il bene del paese, o ha da guadarci o è un compiacente, questa opinione è figlia non solo della bassa politica, ma forse dell’incredulità al cambiamento di tendenza, che un amministratore ed esponenti della società civile, possano prodigarsi per il bene della comunità. Ma ciò che agli occhi di qualcuno è un malaffare, per il principio di sussidiarietà, sancito dalla legge, è per una istituzione, un dovere.

Pertanto non mi resta che esprimere soltanto un solo pensiero: VERGOGNATEVI!

Il Sindaco
Dr. Cesare Zappia